BORRAGGINE

disponibilità (fresca, foglie ed infiorescenze marzo – meta maggio)
Generalità
(Borago officinalis) pianta erbacea annuale originaria del bacino del Mediterraneo. In Italia si trova ovunque, spontanea o naturalizzata, dalla pianura fino a 1.000 m.
Curiosità
Gli antichi romani ed i medici della Scuola medica salernitana consideravano la borragine un eccellente rimedio contro la malinconia. I francesi e gli inglesi la coltivavano come un ortaggio e ne ricavavano una bevanda fresca estiva. La borragine è una pianta che fornisce un nettare molto gradevole e molto ricercata dalle api che ricavano un miele con un aroma particolarmente gradevole. E’ uno dei componenti fondamentali del “preboggion” il mazzetto di erbe aromatiche tipico della cucina ligure.
Proprietà terapeutiche
I costituenti della Borragine sono: tannino, resina, saponina, acido palmitico, nitrato di potassio, calcio. Inoltre è ricca di mucillagine e questo le conferisce proprietà emollienti, antiflogistica, decongestionante, depurativa, tonica e diuretica. I semi di Borragine sono ricchi di acido gamma linolenico (circa il 24%) appartenenti alla classe degli acidi Omega 3 e acido linoleico (circa il 38%) appartenenti alla classe degli acidi Omega 6. Le quantità di questi acidi sono tra le più alte del regno vegetale. Gli acidi Omega 3 e Omega 6 sono molto importanti nel metabolismo umano in quanto non sono prodotti dal nostro organismo ma devono essere assunti e sono fondamentali per la produzione di energia, per la formazione delle membrane cellulari, per il trasferimento dell’ossigeno dall’aria al sangue; per la sintesi di emoglobina, per la funzione delle prostaglandine e per il corretto equilibrio ormonale nell’organismo. Se si vuole usare la borragine per i suoi principi attivi va consumata fresca per cui va raccolta quando serve perchè con l’essiccazione le sue proprietà diminuiscono sensibilmente. Il decotto e l’infuso di Borragine aiutano a combattere le malattie dell’apparato respiratorio, in particolare per la tosse. Inoltre, favorendo la sudorazione, è ottima nei casi di febbre. E’ un ottimo depurativo del sangue sia come infuso che semplicemente consumata come insalata.  I risciacqui aiutano nel caso di infiammazione delle vie orali. E’ buona nelle situazioni di pelle secca, eczemi, psoriasi ed irritazioni in genere.  In cosmetica l’infuso di Borragine aggiunto all’acqua del bagno pulisce e decongestiona la pelle.
Uso in cucina
La borragine è una piante selvatica molto utilizzata in cucina. Cotte, sono proposte come verdure di contorno, o ingredienti di zuppe e minestre. Tra le ricette più apprezzate troviamo i ravioli con ripieno d borragine, le frittelle con le foglie passate in pastella e fritte, le frittate e la torta Pasqualina ligure, di cui sono uno degli ingredienti. In cucina si utilizzano anche i fiori, che hanno un fresco sapore che ricorda quello del cetriolo: si propongono nelle insalate oppure sono usati per preparare canditi, grappe, tisane o colorare l’aceto.

N.B. Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.