LAVANDA

disponibilità (fresca, mazzetti, foglie tutto l’anno) (secca, mazzetti, infiorescenze, tutto l’anno)

Generalità
(Lavandula Officinalis) Pianta originaria delle regioni mediterranee; è diffusa in Italia, coltivata o spontanea, dal piano ai 1.800 metri in particolare nelle zone aride e sassose. Molte sono le specie di lavanda, oltre agli ibridi ed alle varietà orticole.
Curiosità
Già gli antichi Romani erano soliti profumare l’acqua del bagno con i suoi fiori ed è, infatti, dal latino “lavare” che deriva il suo nome. Si deve proprio ai Romani la diffusione della lavanda in Europa: essi la portavano ovunque andassero per avere sempre a disposizione scorte di olio di lavanda che usavano abbondantemente nell’acqua del bagno e nei saponi. Anche gli Egizi costruirono alambicchi per estrarre l’olio di lavanda che utilizzavano nel processo di mummificazione.
Proprietà terapeutiche
Le proprietà terapeutiche riconosciute alla lavanda sono conosciute fin dall’antichità. Veniva usata per alleviare i dolori muscolari, come antinevralgico e sedativo. La lavanda ha inoltre riconosciute proprietà battericide, antisettiche e vasodilatatorie. In aromaterapia è riconosciuta come valido antidepressivo ed equilibrante del sistema nervoso, oltre come decongestionante nel raffreddore e coadiuvante per abbassare la pressione arteriosa. La lavanda veniva usata anticamente anche per la preparazione di portafortuna. Contenuta all’interno di sacchettini, conserva a lungo la sua gradevole profumazione.
Uso in cucina
Gli utilizzi della lavanda sono davvero infiniti e anche la cucina non poteva essere da meno. Ecco infatti che, come molti altri fiori e piante, la lavanda viene utilizzata per moltissime ricette. Il suo aroma è perfetto per rendere profumati e per dare un tocco in più a dolci come torte, gelati e biscotti. Non solo, anche i primi piatti, come risotti e pasta, non sono immuni dal suo aroma, senza dimenticare gli ottimi condimenti per i secondi piatti a base di carne alla griglia.

N.B. Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.