SALVIA

disponibilità (fresca, mazzetti, maggio – dicembre)
Generalità
Il genere Salvia appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. La specie che comumemente siamo abituati ad utilizzare per aromatizzare le nostre pietanze è la Salvia officinalis o Salvia comune una specie perenne originaria dell’Europa delle zone a clima mite.
Curiosità
Questa pianta era conosciuta fin dai tempi più antichi: gli egiziani, i romani e nel Medioevo era considerata un’erba capace di guarire ogni male. Il suo nome deriva dal latino “salvus=sano, salvo” o “salus=salute” che stanno ad indicare le sue virtù come pianta curativa attribuito dai romani alla S. officinalis. La Scuola Medica di Salerno, una delle più famose del Medioevo, depositaria della conoscenza medica dell’antichità, aveva dato a questa pianta il nome di Salvia salvatrix (“Salvia che salva”).
Proprietà terapeutiche
La salvia è costituita da: olio essenziale, acido organico, flavonoidi, saponine. L’olio essenziale ha una composizione chimica molto complessa  ed i costituenti principali sono: alfa e beta-tujone, canfora e 1,8-cineolo.   Le sue proprietà sono: antisettiche, antibatteriche, stimolante, digestiva, emmenagoga, espettorante, cicatrizzante, tonica del sistema nervoso, antispasmodica, antisudorifera, carminativa, ipoglicemizzante. E’ considerata una panacea per una vasta tipologia di malanni e un antico proverbio recita più o meno così: ” chi ha la salvia nell’orto possiede salute nel corpo”. Avendo la salvia proprietà battericida è indicata per la prevenzione e la cura di patologie delle vie respiratorie come tosse, raffreddore asma e irritazioni della gola. La salvia ha la proprietà di stimolare la secrezione dei succhi gastrici ed è quindi considerata un ottimo digestivo; mantiene l’alito fresco e strofinando le sue foglie sui denti contribuisce a tenerli più bianchi e puliti. In caso di laringiti e faringiti è utile preparare un decotto con le sue cime. Fare una bagno in una vasca con un paio di manciate di foglie di salvia contribuisce a rinvigorire la pelle. Ottime le sue proprietà cicatrizzanti su ferite e piaghe dure a rimarginarsi; la salvia ha inoltre proprietà antisudorifere.
Uso in cucina
In tutti i paesi europei è una delle spezie maggiormente utilizzate in cucina come aromatizzante di carni, pesce, minestre e verdure. In Italia sono famosi sono i “ravioli burro e Salvia” e le “foglie di salvia fritte”.  In genere è una spezia che si usa da sola in quanto avendo un aroma così inteso, si comporta come una primadonna: annulla il sapore delle altre spezie.

N.B. Le proprietà terapeutiche sono inserite a scopo puramente indicativo, per ogni uso specifico consultare obbligatoriamente un dottore.

SALVIA OFFICINALIS (prossima disponibilità)

salvia maculata 2

SALVIA OFFICINALIS PURPURESCENZ (prossima disponibilità)

salvia tricolr 1